drawings · youtube

Canale (se così si può chiamare) Youtube

Non mi sono dimenticata dell’inktober, solo di postarli qui! Stasera lo faccio. Nel mentre, ho finito di montare e caricare su Youtube il mio primo video: Sleeping Fairy.
Ci ho messo quasi una settimana: 3 ore per registrare il tutto, e giorni a capire come funziona iMovie, programma che avrò aperto una volta nella vita. Per fortuna in giro ci sono un sacco di tutorial pronti a giungere in soccorso.
Alla fine mi sono proprio divertita, spero di riuscire a farne altri, lavoro e consegne permettendo (:

Annunci
drawings

inktober2017, day 8 & 9

Ormai non seguo più alcun prompt, come potete intuire dal day8, in realtà sto seguendo alcune idee bizzarre e divertenti che io e un’amica stiamo buttando giù per farci forse un fumetto.
Vedremo cosa ne uscirà fuori (:

day8

day9

drawings

Inktober2017-day3

Oggi è andata decisamente meglio. Sarà che son rimasta sul semplice, sarà che ero a mio agio, nella mia comfort zone, per il tipo di tema, ma il disegno di oggi proprio mi piace (segnatelo sul calendario, non capita molto spesso che un mio lavoro mi piaccia).
ink2017-03
La bozza di questa signorina risale a qualche anno fa, le fanciulle sognanti sono un mio tema ricorrente, e ho approfittato dell’inktober per portarla finalmente a termine.
day3
L’ho ridisegnata a matita e poi un passaggio a china molto veloce e molto pulito con china e pennino. All’ultimo, passata di acquarello, ma questa volta ci sono andata leggera e il risultato mi piace.
In quanto alla signorina, lasciatela sognare in pace, ha appena finito di leggere una lettera d’amore assai romantica, sembra.
ink2017-03b
 

drawings

Inktober2017-day2

Sottotitolo: la sofferenza.
Il prompt oggi proponeva Witch of the Forest, e ieri ho abbozzato il disegno per portarmi un po’ avanti e non dover fare tutto di corsa (oh, ciao karma). Stamani prendo in mano il disegno, china, pennino, e arrivata quasi alla fine, splat.
Una bella macchia d’inchiostro al centro del disegno ç_ç
Dopo una moderata reazione (diciamo) e qualche momento di sconforto (e diciamolo), decido di rifarla.
day2c
Arrivata alla fine del passaggio a china sono abbastanza soddisfatta, così mi armo di pennello e acquerello e… nooooo! Disastro!
Non ho proprio imparato niente XD

day2d
La mia idea iniziale era un po’ diversa, forse devo accettare il fatto che con il pennello sono un po’ una pip… fuori allenamento, ma dopotutto, non serve proprio a questo l’inktober?
A riprendere confidenza con materiali e attrezzi che per via del lavoro tendo ad abbandonare per mesi.
Bon, domani è un altro giorno.
E un altro disastro.
/assume la posa di Rossella O’Hara e si staglia contro il tramonto.

day2b

drawings

Inktober2017-day1

The old Man o The old Wizard, a scelta. Mi sa che mi sono un po’ confusa mentre disegnavo, ma comunque…
Sono abbastanza felice di come è uscito fuori, perché è anche un po’ fuori dalla mia comfort zone. Ho usato una foto trovata su Pinterest che mi ha subito colpita per la bellezza del soggetto. Il primo passaggio, inchiostro e pennino, mi piaceva molto, poi ho deciso di rovinarlo un po’ con l’acquerello.
Sia mai che faccio una cosa fatta bene al 100%. ^^;
Bon, giorno uno, andato 🙂

Uncategorized

inktober, (ri)proviamoci!

Waaa, è già Ottobre!

ink

L’anno scorso ho un po’ fallito, sono stata piuttosto saltuaria, mentre nel 2015 ero riuscita a completare tutto il mese. Tra qualche giorno arriverà la nuova sceneggiatura e dovrò dedicarmi anima e core al nuovo fumetto (la serie della Miss Jungle BD, Les filles au chocolat) tuttavia cercherò di ritagliarmi un’oretta al giorno per l’inktober… perché diciamocelo, è una bella sfida.
Ed è sempre divertente portarla avanti con fumettisti ed illustratori di tutto il mondo.

6

Materiali:
—> Carta Canson Montval
—> Matite Col-Erase
—> Water Brush Pentel
—> Winsor&Newton serie 7
—> Winsor&Newton ink
—> Acquerelli Winsor&Newton
—> Copic Multiliner
—> Ecoline
—> Pigma Micron
—> Fude Brush Pen
—> Pentel Fude Pen ricaricabile
—> Uniball Signo Gel Pen

In questi giorni ho un po’ pensato alla combo più adatta per portare a termine l’impresa, in quanto la mia vista non è esattamente al top. Da un occhio ci vedo poco o niente e lavorare su carta per me è molto faticoso (per lavoro infatti uso una Cintiq). Dopo un paio di prove mi sono resa conto che carta da acquerello e pennino (+ pennelli e qualche copic), sono l’accoppiata vincente. La carta mi permetterà anche di dare una mano di colore veloce, usando sempre il nero, per dar loro profondità e carattere. Almeno, l’idea iniziale è questa, poi bisognerà vedere cosa uscirà fuori.
Oh, e le ecoline. Amo le mie ecoline colorate ♥, userò anche loro.

3